martedì, luglio 15, 2008

Anche io ...

Anche io ci sono stato, esatto, proprio a Londra.

Questo week-end sono andato anche io nella grande metropoli; dopo aver preso aereo (low-cost from Orio al Serio) e pullman (per il trasferimento dall’aeroporto a Londra vera a propria) eccomi in Victoria Station, pieno centro! Guarda di qua e guarda di la e scorgo subito la mia guida, Valeria, pronta ad accogliermi e aspettarmi con tanto di ombrello e pazienza. Si, aspettarmi direi proprio che è la parola chiave poiché per venire a prendermi e portarmi dalla stazione a casa ci sono state di mezzo 4 ore di attesa (date per il 45% dal ritardo del volo!), non in un posto qualunque ma in stazione, alle 2 di notte. Una volta insieme, però, nulla ci ha più fermato.

Trascorsa la notte, di buon mattini, abbiamo iniziato a visitare i posti “classici” della city partendo da “Madame Tussauds” il noto museo delle cere.

Questo ne è un assaggio (altre verranno messe in galleria):

Ce ne erano per tutti i gusti, dallo storico al moderno, dalla cultura alla politica, passando per le star della musica a quelle del cinema. In un posto così è davvero obbligatorio scattare qualche foto ma purtroppo, a causa di qualche inconveniente, l’unica “riuscita” è questa:

Nulla da dire, ci mancherebbe, ma preferivo conservare il ricordo di Angelina Jolie piuttosto che con la futura regina. Va bè dai, ringrazio lo stesso la mia fidata fotografa … (buon esercizio!).

Dopo circa un’oretta abbondante siamo fuori ed ha inizio il tour sul “Big Bus”.

Tutto il giro della città sul tipico pullman a due piani con tanto di cuffiette con spiegazione dei luoghi e dei personaggi in italiano, davvero bello. Lungo questa gita ci siamo fermati un paio di volte.

La prima fermata è servita per rifocillarci; siamo finiti a mangiare hamburger in un tipico pub inglese sorseggiando birra cruda e guinness. Va detto, la guinness che beviamo qui non centra davvero niente con quella che sta là, assolutamente niente!

Ripreso il bus e continuato il giro, è stata la volta di “The Tower of London” ovvero “la Torre di Londra”.Veramente bella, molti anfratti bui e interessanti al suo interno (come ad esempio le camere di tortura) e, visti d’obbligo, i gioielli della corona, sui quali stenderei il silenzio stampa (per qualità e soprattutto quantità).

La giornata si è poi conclusa con un buon McDonald’s anche se voglio far notare che il Crispy MCBacon non è presente nella lista (mi è toccato ripiegare su di un Big Mac … mamma mamma).

La giornata dopo si è articolata così: mattinata passata al “London Dungeon” in cui vengono ritratti sotto forma di tour guidato le peggiori scene e i relativi assassini che hanno insanguinato la storia inglese (non vi racconto altro poiché potrei rovinarvi la sorpresa), nel pomeriggio invece abbiamo passato lungo “Hyde Pask” ed abbiamo anche fatto un giro sui pedalò nel lago!!

Anche questa giornata si è conclusa mangiando pizza (che in comune con la nostra ha sono il nome) ed ali di pollo prese da “KFC” ...… ottime!

Nel giorno dopo invece girettino veloce all’”Apple Center” in Regent St. e rientro a casa, purtroppo.

Di tutto questo va ringraziata la mia fidata fotografa/guida per aver prenotato i biglietti di tutte le attrazioni in anticipo: ore di cosa fortunatamente evitate! Esperienza indubbiamente positiva su tutti i fronti, non avrei potuto chiedere di meglio!

Con un volume di persone in continuo movimento come questo, con l’estensione territoriale che si ritrova e con l’incredibile integrazione di vari popoli che ha, Londra mi ha stupito per “l’ordine” che crea sia nei giorni del fine settimana che di quelli lavorativi (senza parlare della pulizia e del rigore che non si verifica in Italia!!).

Una cosa è comunque certa, bisognerà tornarci e restarci un bel po’.

Michele

4 Commento:

Blogger vale dice...

ma che bravo narratore.... per quanto riguarda le foto... ooops... chissà come mai mi sono venute ferme solo quelle con Camilla e non quelle con Angelina.. chissaààààà... forse la gelosia. hihihi..... bravo bravo

16 luglio, 2008 09:16  
OpenID jenga dice...

Angelina... slurp! altro che KFC... il pollo lascialo agli anglosassoni, meglio LA MAIALA!

Igor

23 luglio, 2008 17:08  
Anonymous fleming dice...

bella gita..bei posti e commento sintetico ,chiaro ed efficace:ha ragione Valeria pero'..la bellezza maschile italiana risalta di piu' vicino alla befana Parker,mentre sarebbe leggermente,dico leggermente,offuscata dalla Jolie!!!Vi leggero' volentieri alla prox puntata..buone vacanze

23 luglio, 2008 19:36  
Anonymous Foodista dice...

Wow! What an adventure!

04 dicembre, 2008 14:42  

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link

<< Home